Storia

1996

Il concepimento dell’opera da parte delle CCIAA di BS, BG e MI (commissionato il primo studio di prefattibilità al Centro di Ricerca sui Trasporti e le Infrastrutture dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC di Castellanza).

1997

Presentazione alla stampa ed alle istituzioni dello studio.

1998

Confronto con gli Enti territoriali e di programmazione (Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Bergamo, Milano), oltre che con associazioni, istituzioni locali e ANAS, che portò ad una parziale revisione delle alternative proposte.

1999

La costituzione della Società e la redazione del progetto preliminare.

Dagli studi di prefattibilità (1996 – 97) al confronto di dettaglio delle alternative progettuali (1998), commissionati dalle CCIAA di Brescia, Bergamo e Milano, alla messa punto del progetto preliminare per la sua presentazione al Ministero dei Lavori Pubblici (1999-2000-2001) in diverse configurazioni progettuali secondo le indicazioni dei differenti soggetti pubblici coinvolti), a cura dell’allora soggetto promotore Brebemi Spa, agli studi per la Valutazione di Impatto Ambientale (2003-2005-2008) il progetto ha sempre avuto un solido supporto tecnico per le previsioni di traffico, la stima dei ricavi da pedaggio, le analisi costi-benefici, ecc.

2001

Il 2001 è un anno fondamentale:

  1. Inserimento dell’opera nei documenti di programmazione (Piano Generale dei Trasporti e della Logistica; Piano triennale Anas 2000-2002; tra le “Opere Strategiche di Interesse Nazionale” della legge 443/2001);
  2. Presentazione della proposta in PF, riconoscimento del pubblico interesse dell’opera e individuazione del Promotore;
  3. Avvio della gara per l’affidamento della concessione.

L’opera venne inserita tra gli interventi di miglioramento di punti nodali dell’assetto autostradale che rivestono carattere di urgenza e di priorità, da realizzare con il sistema della finanza di progetto nelle forme e secondo le modalità previste dall’articolo 37-bis e ss. della legge n. 109/1994 (cd. “Legge Merloni”) e s.m.i. del Piano Generale dei Trasporti e della Logistica, presentato a luglio 2000 e approvato con DPCM 2 marzo 2001, nel Piano triennale Anas 2000-2002, approvato con Decreto del Ministro dei Lavori Pubblici 23 marzo 2001, nonché con Delibera CIPE n. 121 del 21 dicembre 2001 tra le “Opere Strategiche di Interesse Nazionale” della legge 443/2001.

A seguito dell’avviso pubblicato da ANAS S.p.A., la società Brebemi S.p.A. in data 28 giugno 2001, presentò la proposta, completa di piano economico finanziario, per la costruzione della nuova autostrada in Project Financing; tale venne sottoposta a valutazione e decretata di pubblico interesse nei tempi e con le modalità di cui all’articolo 37-ter della citata Legge n. 109/1994 e la Società proponente venne formalmente individuata quale Promotore ai sensi de legge.

La successiva gara, svolta mediante licitazione privata ai sensi dell’art. 21, comma 2, lett. b) della legge 109/94 con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, portò all’individuazione dei due concorrenti che si confrontarono con il Promotore nella successiva fase di procedura negoziata ex art. 37-quater, lett. b, della legge 109/94 per l’aggiudicazione della concessione.

2003

Si conclude la gara con l’aggiudicazione della concessione, viene firmata la concessione e costituita la SDP.

La procedura negoziata si concluse il 18 aprile 2003 con l’aggiudicazione provvisoria all’ATI Brebemi S.p.A. ed Altri (ATI appositamente costituita tra la stessa Brebemi S.p.A. con altri soggetti qualificati quali società di costruzione, progettazione, ecc.). L’aggiudicazione definitiva della concessione intervenne poi con Disposizione del Presidente dell’ANAS n. 100 del 10 giugno 2003 e il 24 luglio 2003 venne quindi stipulata la Convenzione di concessione tra l’ATI Brebemi S.p.A. ed Altri e l’A.N.A.S. S.p.A. poi approvata con Decreto interministeriale del 16 ottobre 2003, registrata alla Corte dei Conti il 31 agosto 2004 (Reg. n° 7-foglio 320), ed divenuta efficace in data 18 ottobre 2004, data della comunicazione da parte di ANAS con nota DAT/Segr/prot. n. 8016 dell’avvenuta registrazione.

Successivamente alla stipula della Convenzione, in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 37-quinques della legge 109/94 e dal bando di gara sopra richiamato, le Società aderenti all’ATI Brebemi S.p.A. ed Altri, in data 10 marzo 2004, si sono costituite in Società di Progetto “Autostrada Brescia Milano S.p.A.”, in breve, “Brebemi S.p.A.”, con capitale sociale di cento milioni euro. Contestualmente Brebemi S.p.A. è stata trasformata in holding con il nuovo nome di Autostrade Lombarde S.p.A.

2004

Inizia l’iter di approvazione del progetto.

Il 3 maggio 2004 l’ANAS a norma dell’articolo 3 del D.Lgs. 190/2002 (ora art. 165 del D.Lgs. 163/06) avviò la procedura per l’approvazione del progetto preliminare da parte del CIPE è finalizzata  – da un lato  – a perfezionare, ad ogni fine urbanistico ed edilizio, l’intesa Stato – Regione sulla localizzazione, comportando l’automatica variazione degli strumenti urbanistici vigenti e adottati e – dall’altro lato – ad attestare la compatibilità ambientale del progetto.

2005

Il 2005 è un anno decisivo: è approvato il PP (dichiarazione di compatibilità ambientale e localizzazione), si concretizzano le condizioni tecniche ed amministrative per la realizzazione dell’opera.

L’esito di tale procedura, che coinvolse oltre alla Regione Lombardia, le 5 Province di Brescia, Bergamo, Cremona, Lodi e Milano e i 43 Comuni territorialmente interessati dalle opere in progetto i Ministeri competenti (Infrastrutture, Ambiente e Tutela del territorio, Beni e Attività Culturali – con le relative Soprintendenze), tutti gli Enti interferiti, portò all’approvazione del progetto preliminare da parte del CIPE il 29 luglio 2005 (cfr. delibera n° 93, pubblicata sulla GURI SG n° 263 dell’11 novembre 2005), definendone in tal modo la localizzazione e la contestuale attestazione della compatibilità ambientale.

2007

Costituzione di CAL e firma della Convenzione unica.

Il 19.2.2007 venne costituita, ai sensi di quanto disposto all’articolo 1, comma 979, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296 (Legge Finanziaria 2007), la Società Concessioni Autostradali Lombarde SpA (CAL), alla quale vennero trasferite le funzioni e i poteri di soggetto concedente e aggiudicatore attribuiti ad ANAS Spa per la realizzazione, tra l’altro, della Brebemi.

Conseguentemente, in applicazione alle disposizioni dell’articolo 2, comma 82, del D.L. 3 ottobre 2006, n. 262, convertito con Legge 24 novembre 2006, n. 286 e s.m.i., il 1 agosto 2007 la Società stipulò con CAL la Convenzione unica di concessione, che ottenne il parere favorevole del CIPE espresse parere (delibera 109/2007 del 4.10.2007, pubblicata sulla G.U.R.I. 256/2007).

2008

Redazione ed approvazione da parte di CAL del PD.

2009

Iter di approvazione del PD (conferenza di servizi, CIPE) e inizio lavori.

Il Progetto definitivo del Collegamento autostradale venne approvato, per quanto di competenza, da CAL SpA il 12 dicembre 2008 e in data 27 gennaio 2009, consegnato al Ministero delle Infrastrutture e il 30 gennaio 2009 inviato ai Ministeri dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, alla Regione Lombardia alle Province ed ai Comuni territorialmente interessati nonché a tutti gli enti interferiti ai sensi dell’art. 166 del D.Lgs. 163/06.

Conclusasi la Conferenza di servizi il 30 aprile del 2009, il 26 giugno il CIPE approvò il Progetto definitivo con delibera n° 42 (pubblicata sulla GURI SG n° 185 del 11 agosto 2009) ed il 22 luglio del 2009 ebbero inizio i lavori di realizzazione dell’opera. L’autostrada venne ultimata nell’aprile del 2014 e messa in esercizio il successivo 22 luglio.

2013

Il Closing finanziario.

2014

Fine dei lavori e entrata in esercizio.