Infrastuttura

Brebemi attrae sempre più una parte significativa del traffico di lunga percorrenza (in particolare quello pesante) decongestionando significativamente la viabilità ordinaria che attraversa i centri abitati della pianura bresciana e bergamasca, nonché dell’est milanese.
Nel rispetto del territorio circostante e delle normative vigenti, il progetto delle opere a verde ha avuto l’intento di svolgere una funzione di mascheramento e di mitigazione nei confronti dell’infrastruttura soprattutto in corrispondenza dei nuclei abitati esistenti e di aree sensibili. Esso ha riguardato la sistemazione a verde di circa 1,5 milioni di mq di aree esterne all’autostrada stessa, sulle quali sono state collocate circa 200.000 piante e arbusti di varie specie autoctone. Sono stati creati, nell’ambito della realizzazione di Brebemi, circa 20 passaggi fauna. Essi rappresentano delle opere che consentono alla fauna selvatica di attraversare il territorio interessato dall’infrastruttura in sicurezza senza pertanto interrompere i corridoi ecologici preesistenti sull’area ed evitando quindi così di danneggiare la rete ecologica preesistente.
L’autostrada è stata costruita con elevati standard realizzativi ed è dotata di numerosi accorgimenti tecnici tali da elevare il grado di sicurezza per l’utenza. Lungo l’intero asse autostradale sono state installate, laddove previsto dalla normativa in materia, barriere di sicurezza con elevata capacità di assorbimento, cuspidi protette da attenuatori d’urto e varchi amovibili in spartitraffico ogni 2500 metri.

Elementi di particolare interesse e innovazione sono i bacini di fitodepurazione come ulteriore trattamento delle acque meteoriche di dilavamento della sede stradale.

La tratta è dotata di pavimentazione con usura drenante fonoassorbente, piazzole di sosta con impianto SOS ogni 2000 metri. L’autostrada è altresì fortemente connotata sotto il profilo dell’ecosostenibilità, essendo dotata di un sistema di raccolta e trattamento delle acque di prima pioggia e sversamento accidentale di liquidi. 

Al fine di contenere l’impatto acustico entro i limiti previsti da normativa sono stati installati oltre 13.000 ml di barriere fonoassorbenti a protezione degli insediamenti sensibili di cui circa 1200 ml per la sola Interconnessione.

L’autostrada è stata costruita con elevati standard realizzativi ed è dotata di numerosi accorgimenti tecnici tali da elevare il grado di sicurezza per l’utenza. Lungo l’intero asse autostradale sono state installate, laddove previsto dalla normativa in materia, barriere di sicurezza con elevata capacità di assorbimento, cuspidi protette da attenuatori d’urto e varchi amovibili in spartitraffico ogni 2500 metri.

La tratta è dotata di pavimentazione con usura drenante fonoassorbente, piazzole di sosta con impianto SOS ogni 2000 metri. L’autostrada è altresì fortemente connotata sotto il profilo dell’ecosostenibilità, essendo dotata di un sistema di raccolta e trattamento delle acque di prima pioggia e sversamento accidentale di liquidi. 

Elementi di particolare interesse e innovazione sono i bacini di fitodepurazione come ulteriore trattamento delle acque meteoriche di dilavamento della sede stradale.

Al fine di contenere l’impatto acustico entro i limiti previsti da normativa sono stati installati oltre 13.000 ml di barriere fonoassorbenti a protezione degli insediamenti sensibili di cui circa 1200 ml per la sola Interconnessione.

La A35 è infine dotata di una innovativa Centrale Operativa ed è attrezzata con un sistema di telecamere che assicura un elevato livello di videosorveglianza, un sistema di conteggio veicoli che, mediante sensori di traffico, consente di rilevare eventuali anomalie dello stesso (code, rallentamenti, etc.), centraline meteo per il monitoraggio delle condizioni atmosferiche e di visibilità, pannelli a messaggio variabile per le informazioni sul traffico agli utenti, una rete dati realizzata mediante 2 dorsali in cavo Fibra ottica, un sistema Wi-Fi chiuso per le maestranze e gli operatori, un sistema di segnalazione a LED, ubicato sullo spartitraffico centrale, attivato in condizioni meteo avverse e in caso di nebbia, un sistema di delineazione nebbia sugli svincoli, un impianto di illuminazione degli svincoli, realizzato con LED.

 

L’autostrada è stata costruita con elevati standard realizzativi ed è dotata di numerosi accorgimenti tecnici tali da elevare il grado di sicurezza per l’utenza. Lungo l’intero asse autostradale sono state installate, laddove previsto dalla normativa in materia, barriere di sicurezza con elevata capacità di assorbimento, cuspidi protette da attenuatori d’urto e varchi amovibili in spartitraffico ogni 2500 metri. La tratta è dotata di pavimentazione con usura drenante fonoassorbente, piazzole di sosta con impianto SOS ogni 2000 metri. L’autostrada è altresì fortemente connotata sotto il profilo dell’ecosostenibilità, essendo dotata di un sistema di raccolta e trattamento delle acque di prima pioggia e sversamento accidentale di liquidi. Elementi di particolare interesse e innovazione sono i bacini di fitodepurazione come ulteriore trattamento delle acque meteoriche di dilavamento della sede stradale.

Al fine di contenere l’impatto acustico entro i limiti previsti da normativa sono stati installati oltre 13.000 ml di barriere fonoassorbenti a protezione degli insediamenti sensibili di cui circa 1200 ml per la sola Interconnessione.

La A35 è infine dotata di un innovativo centro di controllo ed è attrezzata con un sistema di telecamere che assicura un elevato livello di videosorveglianza, un sistema di conteggio veicoli che, mediante sensori di traffico, consente di rilevare eventuali anomalie dello stesso (code, rallentamenti, etc.), centraline meteo per il monitoraggio delle condizioni atmosferiche e di visibilità, pannelli a messaggio variabile per le informazioni sul traffico agli utenti, una rete dati realizzata mediante 2 dorsali in cavo Fibra ottica, un sistema Wi-Fi chiuso per le maestranze e gli operatori, un sistema di segnalazione a LED, ubicato sullo spartitraffico centrale, attivato in condizioni meteo avverse e in caso di nebbia, un sistema di delineazione nebbia sugli svincoli, un impianto di illuminazione degli svincoli, realizzato con LED.

L’autostrada è stata costruita con elevati standard realizzativi ed è stata dotata di tutti gli accorgimenti in grado di migliorare le condizioni di sicurezza dell’utenza. Lungo l’intero asse sono infatti previste barriere di sicurezza con elevata capacità di assorbimento, attenuatori d’urto sulle cuspidi, varchi amovibili in spartitraffico ogni 2500 metri, pavimentazione con usura drenante fonoassorbente, piazzole di sosta con impianto SOS ogni 2000 metri, un sistema di smaltimento acque e sversamenti di piattaforma di tipo chiuso e circa 16 km di barriere fonoassorbenti,